Forgiatura, tempra e rinvenimento

La Forgiatura altro non è che la prima fase di lavorazione dell’acciaio per ottenere le lame. Di qualsiasi foggia o dimensione esse siano.

Tecnicamente è una fase di lavorazione per cui si producono deformazioni plastiche tramite l’utilizzo di magli o presse.

Come prima cosa all’interno della forgia (da cui il termine forgiatura) il fuoco viene ravvivato tramite un mantice.

fucina1

In un secondo tempo una lama sbozzata viene messa ad arroventare sui carboni ardenti della forgia.

fucina2

Lo “sbozzo” della lama viene poi modellato con il martello sull’incudine.

fucina3

Una volta modellata la barra d’acciaio viene resa incandescente per poi essere martellata per forgiare una lama.

Tale procedimento può essere ripetuto più e più volte per realizzare lame particolarmente tenaci.

fucina4

Per rendere l’acciaio nello stesso tempo resistente e flessibile, adatto cioè a mantenere il taglio è però indispensabile l’operazione di Tempra.

La lama arroventata al color bianco, viene immersa rapidamente in olio e acqua (a seconda del tipo di acciaio).

Con questo procedimento acquista durezza, ma diviene fragile e per evitare tale inconveniente, la lama viene riscaldata nuovamente procedendo poi ad un nuovo raffreddamento nel liquido più adatto.

Detto trattamento termico consistente in un riscaldamento seguito da un raffreddamento a velocità controllata per ridurre l’eccessiva durezza acquisita con la tempra viene chiamato Rinvenimento.

Il trattamento di tempra più rinvenimento prende il nome di Bonifica.

A cura di Paolo Tassinari – © 2014 Sala d’Arme Achille Marozzo

Articoli Correlati