Chiunque si alleni all’interno dell’associazione Sala d’Arme Achille Marozzo impara a maneggiare diverse tipologie di armi e a brandire diversi armamenti difensivi.

Malgrado l’arma d’elezione della scuola bolognese sia la spada da lato, dopo il primo anno di corso, gli allievi esperti si impratichiscono anche nell’uso di altre armi, quali: daga, pugnale, coltello, spada da fante, spada a due mani, spadone rinascimentale, bastone, lancia, partigiana, ronca, spiedo, armi da lancio, armi da botta, etc. Insieme alle armi vere e proprie vengono studiate tecniche sull’utilizzo degli strumenti puramente difensivi, come lo scudo (o rotella), il brocchiero (o boccoliero) e il targone.

E’ buona norma che gli allievi vengano a conoscenza, oltre che del metodo di maneggio dell’arma in se, anche delle informazioni “secondarie” ad essa associate. La conoscenza dell’evoluzione storica di un arma, le sue caratteristiche e la sua composizione, servono a creare quel profilo necessario per la formazione, sia di appassionati di scherma antica, sia di futuri istruttori di tale nobile arte.

Questa sezione si propone di fornire tutte le informazioni riguardanti le armi che vengono studiate in seno all’associazione. Riteniamo che informazioni di questo tipo possano aiutare a chiarire le notevoli problematiche che spesso insorgono sull’argomento, sia dal punto di vista lessicale sia da quello storico e tecnico. Siccome i dati presenti sono solamente quelli che l’associazione ha accumulato in forma scritta nel corso del tempo, questa sezione verrà accresciuta di nuove informazioni non appena disponibili.

Affianchiamo inoltre una serie di informazioni più tecniche sulle modalità di creazione dell’acciaio, le cui tecniche di lavorazione hanno inciso durante i secoli sulla foggia di armi ed armature.

Articoli Correlati