INCONTRO CON L’ARTE DELLA SPADA ORIENTALE

San Marino – 13 maggio 2001

In occasione dello stage di budo del Caposcuola della Ito-Ittoryu, Ven. Takemi Sasamori, tenutosi domenica 13 maggio 2001 a S. Marino, sono stati chiamati a dare una dimostrazione dell’arte marziale italiana due nostri istruttori. L’incontro tenutosi si è rivelato interessante e proficuo per entrambe le discipline sportiveCome riassunto dell’evento, si riporta il commento del Presidente della casa editrice Il Cerchio, Adolfo Morganti (istruttore di aikido e tra gli organizzatori dell’evento), il quale sintetizza così l’effetto che la dimostrazione ha avuto sui maestri giapponesi:

Caro Marco,rispondo io per ovvii motivi:
i due Maestri sono il Caposcuola della Ito-Ittoryu, Ven. Takemi Sasamori, hanshi (più o meno 10° Dan, ma è qualifica che è riservata ai capiscuola “ereditari” delle scuole di Budo tradizionale: lui è il 17° in linea diretta) e il suo allievo anziano, M. Shigeru Kondou, VII Dan.
La scuola è la più antica oggi persistente, essendo stata fondata dal samurai Ito Ittosai all’inizio del 1500.
Hanno molto gradito la dimostrazione (anche noi…) e credo che vi abbiano riservato il migliore dei complimenti: mi hanno detto che, a parte l’estetica della presentazione (riferendosi ai vestiti) per lo studio delle linee e dei movimenti “è come il nostro Budo tradizionale”.
In bocca a un Maestro che è stato allevato per tramandarlo, è un bel complimento. D’altronde è qualche secolo che i guerrieri si intendono tra loro con uno sguardo.Grazie di nuovo, e arrivederci presto.

Adolfo Morganti